Normativa semplificata

La separazione

Con la separazione dei coniugi si apre una fase transitoria del rapporto tra marito e moglie, in attesa che le parti decidano se cessare definitivamente gli effetti del matrimonio attraverso il divorzio oppure riconciliarsi.

La separazione può essere consensuale o giudiziale a seconda che sia stata chiesta concordemente dai coniugi oppure da uno solo di essi in aperto conflitto con l’altro.

Quindi, la separazione consensuale presuppone l’incontro delle volontà mentre la separazione giudiziale presuppone divergenze che solamente un giudice potrà risolvere con una sentenza.

La separazione, consensuale o giudiziale, si chiede, attraverso un avvocato matrimonialista, al Tribunale di residenza di almeno uno dei coniugi (es. Roma ).

La separazione, che giunga al termine di un procedimento consensuale o contezioso, ha l’effetto di attenuare il vincolo matrimoniale e fa assumere ai coniugi lo status giuridico di coniugi separati, facendo venir meno alcuni diritti e doveri tipici del matrimonio e facendone invece proseguire altri con modificazioni.

La separazione, protratta per sei mesi se consensuale o per un anno se giudiziale, permette di accedere al divorzio, che consiste nella cessazione definitiva degli effetti civili del matrimonio.

Quello della separazione è un periodo delicato, in cui genitori e figli si adattano al nuovo stato di cose. Vivere questo periodo non è facile per nessuno.

In questa fase, in attesa del divorzio, chiedere istruzioni al proprio avvocato matrimonialista è essenziale per non incorrere in comportamenti contrari all’accordo o alla legge. Esiste una grandissima varietà di azioni che, anche se compiute in buona fede, favoriscono il riaccendersi delle ostilità ed espongono a conseguenze sul piano del diritto civile o del diritto penale.

A Roma sono migliaia le denunce che ogni anno invadono la Procura della Repubblica e gli uffici degli assistenti sociali per presunti abusi, maltrattamenti o per la famigerata PAS, sindrome di alienazione parentale o genitoriale nella quale i figli vengono istruiti al rifiuto del padre o della madre.

L’errore più comune in una separazione è pensare che essa sia un punto d’arrivo e non semplice momento di inizio di un difficile processo di autodisciplina della coppia.

Author Profile

Avv. Piergiorgio Rinaldi
Avv. Piergiorgio Rinaldi
La realta' della famiglia in crisi richiede conoscenze approfondite ed una dedizione assoluta. Soprattutto, richiede pratica quotidiana e grande passione personale. Per arrivare al migliore accordo.

0 commenti su “La separazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: