Genitori e figli

L’AFFIDAMENTO DEI FIGLI

In caso di separazione o divorzio dei genitori, il figlio minore ha il diritto di mantenere un rapporto equilibrato e continuativo con ciascuno di essi, di ricevere cura, educazione e istruzione da entrambi e di conservare un rapporto significativo con i parenti di entrambi i rami genitoriali, nel rispetto del principio di bigenitorialità.

La disciplina dell’affidamento riguarda solamente i figli minori d’età.

La regola generale è che i figli devono essere affidati a entrambi i genitori (c.d. affidamento condiviso).

L’affidamento condiviso comporta l’esercizio della responsabilità genitoriale da parte di entrambi e una condivisione delle scelte di maggior importanza relative all’educazione, all’istruzione, alla salute e alle attività dei figli.

Nell’affidamento condiviso, ciascun genitore deve ripartire con l’altro i compiti e le responsabilità nella gestione del figlio, permettendo di realizzare un bilanciamento delle sfere di competenza.

Il giudice, nell’accordo di separazione, dispone presso quale genitore i figli fisseranno la propria residenza, nominando il c.d. “collocatario prevalente”, scegliendo la madre o il padre a seconda delle circostanze.

Altre due scelte, alternative al collocamento prevalente, sono:

– il collocamento alternato (impropriamente detto affido alternato) , vale a dire con residenza alternata o turnaria

– il collocamento invariato nel quale i minori abitano stabilmente una casa e i genitori vi si alternano all’interno.

Ciascun genitore, durante il periodo in cui coabita con il figlio minore, ha il diritto di adottare liberamente tutte le decisioni di ordinaria amministrazione che ritiene più opportune per il figlio.

Se i genitori sono in contrasto su una decisione che deve essere assunta di comune accordo, la decisione è rimessa al giudice.

E’ appena il caso di accennare che ci troviamo su un terreno minato, in cui l’avvocato divorzista deve saper conciliare nei frequentissimi momenti di disaccordo.

Ancora una volta, la figura del matrimonialista professionista non scompare dopo le decisioni dei tribunali, ma diventa essenziale per consentire alla coppia di moderare il disaccordo ed imparare ad applicare regole di buon senso oltre che giuridiche.

Le occasioni di scontro sono le più svariate, a volte addirittura fantasiose. Si va dall’inosservanza dell’orario delle visite (obbligo reso ancor più difficile nelle grandi città come Roma) alla corresponsione irregolare dell’assegno per la prole e per gli alimenti, dalle eccessive spese scolastiche straordinarie fino alla mancata comunicazione del luogo di villeggiatura.

Lo studio lavora per abbattere il livello di conflittualità, considerando il periodo successivo alla separazione o al divorzio come un durissimo processo di adattamento che deve essere aiutato.

Author Profile

Avv. Piergiorgio Rinaldi
Avv. Piergiorgio Rinaldi
La realta' della famiglia in crisi richiede conoscenze approfondite ed una dedizione assoluta. Soprattutto, richiede pratica quotidiana e grande passione personale. Per arrivare al migliore accordo.

La realta' della famiglia in crisi richiede conoscenze approfondite ed una dedizione assoluta. Soprattutto, richiede pratica quotidiana e grande passione personale. Per arrivare al migliore accordo.

0 commenti su “L’AFFIDAMENTO DEI FIGLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: