Genitori e figli Normativa semplificata

ALLONTANARE I FIGLI DALL’EX

trasferimento figli ex collocamento separazione matrimonialista roma

Quando trasferirsi vuol dire allontanare i figli dall’altro genitore

Dopo la separazione, il genitore che viva assieme ai figli non può trasferirsi in un’altra città troppo lontana da quella dell’altro genitore. Lo stabilisce una pronuncia del Tribunale di Ancona, in controtendenza rispetto a molta giurisprudenza di Cassazione.

Il trasferimento viola i diritti dei figli

E’ questo il senso dell’ultima pronuncia di merito del Tribunale di Ancona, che opera un giro di vite in una disciplina difficile da gestire e che sinora aveva visto pronunce della corte di Cassazione di tenore spesso addirittura opposto.

L’ordinanza del Tribunale di Ancona n. 3358 del 2017 ha stabililto che nel caso di madre affidataria che effettui un cambio di residenza in una città lontana, viene violato il principio di bigenitorialità.

La violazione del principio della bigenitorialità, sul quale si fonda l’intero impianto dell’attuale disciplina dell’affidamento e del collocamento dopo la separazione coniugale, comporta la possibilità che i figli siano collocati presso il genitore precedentemente escluso dal collocamento prevalente.

Nel caso di specie, la mamma che aveva deciso di trasferirsi ha perso la popssibilità di tenere con sé i bambini, i quali sono stati ricollocati presso la residenza paterna.

Trasferimento per motivi di lavoro

Secondo l’ordinanza anconetana, il genitore collocatario della prole non può trasferirsi nemmeno per motivi di lavoro. Nemmeno il mantenimento dell’impiego, quindi, può prevalere sull’interesse superiore del minore a conservare un equilibrato rapporto con entrambi i genitori.

Il principio di bigenitorialità, quindi, viene inquadrato non tanto come l’espressione di un diritto, quanto soprattutto come l’espressione di un vero e proprio dovere verso l’altro genitore e verso i figli, che dopo la separazione hanno diritto ad un rapporto equilibrato con tutti i componenti della famiglia.

La famiglia, quindi, esiste anche quando si scioglie, e mantenerla unita è un dovere.

Probabilmente è questo il vero senso che possiamo ricavare dall’ordinanza del Tribunale di Ancona.

avvocato piergiorgio rinaldi divorzista matrimonialista separazione divorzio romaseparazione divorzio matrimonialista divorzista roma
Avv. Piergiorgio Rinaldi, esperto in diritto di famiglia

Author Profile

Avv. Piergiorgio Rinaldi
Avv. Piergiorgio Rinaldi
La realta' della famiglia in crisi richiede conoscenze approfondite ed una dedizione assoluta. Soprattutto, richiede pratica quotidiana e grande passione personale. Per arrivare al migliore accordo.
Call Now Button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: