Separazione a chi vanno i mobili

Separazione: a chi vanno i mobili contenuti nell’abitazione della coppia? Arredamento e mobili presenti nell’appartamento della casa assegnata a un solo coniuge: a chi vano gli oggetti contenuti nella casa coniugale?

 Assegnazione della casa. E il contenuto?

Secondo la Cassazione (sent. n. 4685/17 del 23.02.17), dobbiamo distinguere in base al regime patrimoniale scelto dai coniugi. Separazione e comunione dei beni, quindi, sono aspetti da tenere in considerazione quando vogliamo capire a chi vanno i mobili e gli arredi della casa coniugale assegnata. Occorre inoltre avere riguardo al collocamento dei figli, che vivranno naturalmente con il coniuge assegnatario.

La soluzione di buon senso è quella di procedere alla redazione di un elenco dei beni, alla stima del valore di questi e alla divisione degli stessi sulla base di un accordo fra i coniugi, avendo cura (anzi, l’obbligo) di lasciare in casa oggetti e arredi necessari alla vita quotidiana e al benessere dei figli minori (in linea di massima: frigorifero, letti, armadi, mobilio di cucina).

 Separazione a chi vanno i mobili

Se i coniugi non trovano un accordo

Senza un accordo di buon senso, come sempre, subentra il Tribunale.

Mobili, suppellettili e oggetti non necessari, quindi, saranno considerati di proprietà comune e dovranno essere divisi equamente fra i componenti della coppia in regime di comunione dei beni, se tali beni sono stati acquistati dopo le nozze. I beni acquistati prima del matrimonio resteranno invece di proprietà esclusiva del coniuge che li ha acquistati.

Nel caso di separazione dei beni, ognuno recupererà i propri beni di proprietà esclusiva.

Per dimostrare il diritto di proprietà, occorrerebbe in realtà comprendere chi abbia pagato tali oggetti, e magari avere gli scontrini e le fatture. Il giudice, in mancanza di prova di pagamento, decide in maniera pressochè equitativa, a meno che non si tratti di beni di particolare valore. Per questi ultimi, si può addirittura arrivare alla prova per testi.

Quanto sopra, vale anche per le coppie che abbiano instaurato una semplice convivenza.

 

Avvocato matrimonialista roma, diritto di famiglia roma, esperto separazione divorzio roma
Avv. Piergiorgio Rinaldi, esperto in diritto di famiglia

 

 

 

 

 

 

Author Profile

Avv. Piergiorgio Rinaldi
Avv. Piergiorgio Rinaldi
La realta' della famiglia in crisi richiede conoscenze approfondite ed una dedizione assoluta. Soprattutto, richiede pratica quotidiana e grande passione personale. Per arrivare al migliore accordo.